Può sembrare strano, ma a distanza di ormai quasi trent’anni, l’arrivo di Internet all’Università di Genova è già un ricordo sbiadito, lontano dalla memoria anche di coloro che ne furono protagonisti. Eppure l’evento determinò l’inizio di quello che si sarebbe rivelato un radicale cambiamento nel modo di studiare, fare ricerca e, successivamente, con l’avvento nel 1990 del World Wide Web, nel modo di comunicare e vivere.
Andiamo con ordine cercando di ricordare le tappe che hanno portato il DIST ad essere tra le prime istituzioni di ricerca italiane collegate ad Internet.
Nel 1984, nell’allora nuovo edificio sede del Dipartimento, era stato steso il cosiddetto “cavo giallo”, il coassiale su cui far viaggiare i pacchetti dati tra gli allora pochi computer equipaggiati con schede Ethernet: il primo indispensabile passo verso la rete globale era stato fatto.
Su un fronte diverso, la posta elettronica aveva subito una repentina crescita e numerosi erano gli utenti italiani (si trattava di medio-grandi imprese e di istituzioni scientifiche) che ne facevano uso grazie al “hub” di IUnet (gestito da Joy Marino) basato sull’applicativo “uucp”.

Resta sempre aggiornato, segui l'hashtag #ietiunige

Testimonianza

Il nuovo corso rappresenta un passo avanti verso la razionalizzazione dell'Università e un'occasione per un'offerta formativa di qualità.

Social Networks