Tecnologie dell'Informazione

Sample icon1il programma offre una vasta copertura su tutte le tematiche relative alle Tecnologie dell'Informazione.

In contatto con la ricerca

Sample icon 2I docenti svolgono ricerca relativa ai diversi Insegnamenti e coordinano Progetti Europei su queste tematiche.

Al servizio dello studio

Sample icon 3Ambienti di studio accessibili e progettati sfruttando le nuove tecnologie.

  • Soft skills per l’era dell’Industria 4.0


    Un tema attualmente molto caldo è quello di Industria 4.0, figlia della quarta rivoluzione industriale, che porterà alla produzione industriale del tutto automatizzata e interconnessa con un impatto crescente nella vita quotidiana, dal campo professionale a quello privato.
    In questo contesto multidisciplinare, gli osservatori stanno cercando di individuare quali nuove professionalità saranno necessarie, dato che le competenze e le abilità ricercate stanno cambiando, facendo emergere un crescente interesse alle competenze trasversali o “soft skills” https://www.almalaurea.it/lau/consigli-carriera/cv-soft-skill/soft-skill
    Secondo quanto riportato nel World Economic Forum, se da un lato pare che nel 2020 il problem solving rimarrà l’abilità più ricercata, dall’altro il pensiero critico, la creatività e la capacità di comunicazione saranno sempre più importanti in un mondo lavorativo in continua innovazione nella trasformazione digitale.

    Publish 3 weeks ago
  • Internet of Things per conoscere meglio se stesso e gli altri
    Internet of Things per conoscere meglio se stesso e gli altri

    Quanto grande è il popolo della “Internet of Things”? Tanto grande da creare un certo senso di inquietudine perché destinato ad una crescita esponenziale, da miliardi a decine di miliardi fino a molte centinaia di miliardi di nodi nell’arco di pochi anni. E via via che gli oggetti verranno miniaturizzati tanto più grande diventerà il loro numero. Pensiamo alla tecnologia RFID in grado di realizzare a costi di decimi di centesimo di Euro microscopici radio trasmettitori su carta stampata che già trovano larga diffusione sugli scaffali dei supermercati in progressiva sostituzione delle etichette con codice a barre. Questi microcircuiti possono essere nascosti in una stoffa direttamente in fase di tessitura o all’interno di piccole strutture da parte di stampanti 3D a grande precisione. Potranno un giorno non troppo lontano essere inseriti in protesi temporanee o permanenti dentro il nostro corpo per un monitoraggio costante della nostra salute, dell’efficacia di terapie e di interventi riabilitativi.

    Publish 2 months ago
  • L’automobile diventa un nodo di Internet of Things
    L’automobile diventa un nodo di Internet of Things

    I paradigmi di Internet e quello più recente di Internet Of Things (IOT) interpretano magistralmente la tensione della società moderna alla ricerca ossessiva di connessione digitale, continuativa, pervasiva, in ogni luogo e in ogni momento. Connessione fra persone e cose, “Things” appunto.Ecco lo scenario in cui siamo immersi, caratterizzato da un senso di ubiquità virtuale per cui ciascuno, con diversi gradi di coinvolgimento, può condividere esperienze, fatti e situazioni che si svolgono nello stesso istante in luoghi anche molto distanti fra loro. Le Telecomunicazioni accorciano i tempi e le distanze quasi azzerandoli, allargano i confini dei territori di conoscenza, varcano gli oceani e lo spazio.Le Telecomunicazioni consentono la localizzazione di cose e persone in movimento con una precisione incredibile anche negli ambienti più complessi e dinamici.

    Publish 2 months ago
  • Solo l’Ingegnere dell’ICT “vede” anche sotto terra!
    Solo l’Ingegnere dell’ICT “vede” anche sotto terra!

    Nuove tecnologie e applicazioni per la prospezione e la “visione” sotto-superficiale. Una rete europea di università è in campo.

    L’ingegnere elettronico e delle tecnologie dell’Informazione potrebbe essere chiamato a mettere in gioco le sue competenze in ambiti assai particolari. Per esempio potrebbe doversi occupare di prospezione sotto-superficiale, al fine di “vedere” cosa c’è nel sottosuolo, magari reperti archeologici (senza pesanti campagne di scavo), oppure inquinanti da bonificare, oppure ancora in campagne umanitarie di sminamento. O anche semplicemente in ambito civile per monitorare strutture in cemento, valutare tubazioni o cavi.

    Publish 3 months ago

Bacheca

Foto07

Scarica il pieghevole con la descrizione di IETI

Nel PDF troverai tutte le informazioni sul nuovo Corso di Laurea: l'offerta formativa, i requisiti per iscriversi e tutti i contatti

 

 

 

 

Foto13

Scarica il poster di IETI

Il poster con il logo e la sintesi delle principiali informazioni sul corso

 

 

 

 

 

 

 

Foto13

Scarica la presentazione di IETI

La presentazione del corso con gli sbocchi occupazionali e tante altre informazioni utili

 

 

 

 

 

 

You are here: Home
Resta sempre aggiornato, segui l'hashtag #ietiunige

Testimonianza

Il nuovo corso rappresenta un passo avanti verso la razionalizzazione dell'Università e un'occasione per un'offerta formativa di qualità.

Social Networks